22/03/2012

Volkswagen Eco Up! 4 porte metano: prova su strada della city car tedesca

Oltre ad essere piccola e pratica, la Up! è un'auto spaziosa e riesce a percorre 100 km con 3 euro

Mobilità sostenibile - Auto

Volkswagen Eco Up! 4 porte metano: prova su strada della city car tedesca
Volkswagen Eco Up!: 100 km con 3 euro
La vera notizia è che con 3 euro (con i prezzi di gennaio 2012) è capace, nelle condizioni migliori, di percorrere 100 chilometri. Fino ad un massimo di 550 km di autonomia. È la citycar di Volkswagen in una delle sue molteplici declinazioni, ovvero quella che, molto probabilmente, verrà chiamata Eco up! e che avrà le stesse misure delle gemelle: 3,54 metri di lunghezza, 1,645 di larghezza (1,91 con gli specchietti) e 1,489 di altezza con un passo pari a 2,42 metri. Il suo debutto sul mercato italiano è previsto entro la fine del 2012. Il listino non è ancora stato stabilito. L'unica “certezza” è che in Germania l'allestimento a doppia alimentazione metano-benzina, verrà proposto ad un prezzo di 2.500-3.000 mila euro superiore alla versione benzina più potente e più ecologica. Quindi si può azzardare una forbice compresa fra i 13 ed i 15 mila euro in Italia, a seconda anche degli allestimenti cui sarà abbinata.

Per la Up! la variabile chiave è il prezzo 
Nella versione a 5 porte provata sulle strade tedesche della regione del Nordreno Westfalia (la più popolosa con i suoi 18 milioni di abitanti concentrati in una quasi enorme area metropolitana compresa tra grandi città come la capitale del land Düsseldorf, Colonia, Dortmund e l'ex capitale della Germania occidentale Bonn) dovrebbe assorbire gran parte dei volumi stimati dagli strateghi del marketing che hanno ispirato il gran ritorno di Volkswagen nel segmento A, anche se il prezzo sarà un parametro determinante, in particolare in questo momento di crisi. Anzi di recessione, come ormai attestato dagli organismi internazionali per l'Italia.

Eco Up! la vettura dei pendolari
Il motore dalle prestazioni “miracolose” è una variazione del tre cilindri da un litro da 75 cavalli che equipaggia la gamma, tra l'altro anche l'unica importata (per ora) nel Belpaese. Nella versione ecofuel la potenza scende a 68 cavalli, assolutamente sufficienti per utilizzi urbani e largamente soddisfacenti anche per spostamenti extraurbani non eccessivamente impegnativi. Considerate prestazioni e caratteristiche, sembra la nuova vettura ideale per i pendolari. Si tratterà poi di capire se questo modello attirerà più gli automobilisti “ambientalisti” per le sue emissioni limitate o più gli automobilisti “razionali” per i suoi costo di gestione. O, meglio ancora per il colosso di Volksburg che si considera un “outsider” nel segmento delle piccole, entrambe le categorie.

Volkswagen Eco Up! da 68 CV a metano e benzina
Il fiore all'occhiello degli ingegneri che “coccolano” up! è l'unità ecofuel depotenziata da 68 cavalli a metano e benzina. Disponibile solo con cambio manuale, questo motore è in grado (ai prezzi del gennaio 2012, peraltro già cresciuti) di percorrere 100 chilometri con 3 euro ed emettere appena 79 grammi di CO2 per chilometro, cioè un livello finora dichiarato solo da modelli ibridi, grazie anche all'adozione della tecnologia BlueMotion che, per questa versione, dovrebbe venire offerta di serie. L'aggravio di peso del modello a doppia alimentazione, che monta due serbatoi nel sottoscocca, uno davanti all'asse posteriore e l'altro nello spazio riservato alla ruota di scorta, è di circa 80-90 chilogrammi. L'autonomia si aggira attorno ai 550 chilometri grazie ai 72 litri (11 chilogrammi) di metano ed ai restanti 10 di benzina (35 nella versione con serbatoio standard).

Navigatore di serie su tutta la gamma Up!
La dotazione di serie è generosa con il sistema portatile di navigazione (su due vetture il suo funzionamento è stato impeccabile, su un'altra per niente) e infotainment “maps & more”, l'Esp, l'Abs con Asr tra gli equipaggiamenti assicurati. Solo a richiesta, invece, è acquistabile la frenata di emergenza City (combinato ad un pacchetto da 225 euro), che scatta fino alla velocità di 30 chilometri all'ora quando la distanza di sicurezza rispetto al veicolo che precede la “piccola” si riduce eccessivamente. Volkswagen up! è la sola auto del segmento “A” ad offrire questa tecnologia. Al costo di quasi 785 euro si può acquistare anche il luminoso tetto panoramico. Due gli equipaggiamenti offerti: take up! e high up! Vasta la disponibilità di accessori per personalizzare la vettura.

Impressioni di guida sulla Volkswagen Eco Up!
Dal punto di vista estetico, la up! a metano non si distingue dalle altre sorelle. E, cosa ben più importante, non cambia la funzionalità. Significa che gli ingegneri hanno studiato la disposizione dei serbatoi in modo da non penalizzare l'abitabilità a bordo. L'unico “sacrificio” è quello del vano altrimenti riservato alla ruota di scorta. Sia la capacità del bagagliaio (tra 251 e 951 litri) sia i volumi interni restano identici.
Quando si mette in moto il motore, una spia verde indica l'utilizzo del gas naturale Cng. Qualche centimetro più in là, un tradizionale indicatore indica lo stato dei due serbatoi. La lancetta, nel corso del test drive misto (strade urbane, extraurbane e autostrade) di una settantina di chilometri, non si è mossa molto, tuttavia il computer di bordo chiarisce che il consumo medio è stato pari a 4,4 chilogrammi per 100 chilometri. Cioè circa un terzo in più rispetto al dato di cui è accreditata questa unità (2,9). L'importanza di questa rilevazione empirica è relativa e ogni automobilista troverà poi il modo di avvicinare quel parametro da primato.
Per limitare a 79 grammi le emissioni di CO2, l'unità è abbinata alla tecnologia BlueMotion per il recupero dell'energia in fase di frenata e rilascio ed il sistema start/stop che bilanciano gli aggravi di peso dei serbatoi. Anche questa up! a doppia alimentazione (il motore e gli altri componenti sono stati messi a punto in modo specifico) sorprende e gratifica per la sua silenziosità. Il propulsore dispensa la potenza secondo le attese: non si bruciano i semafori (impossibile farlo se si vogliono abbattere le emissioni), ma lo spunto resta comunque rilevante. La marcia è fluida e confortevole. Il cambio manuale è preciso e ben posizionato. La vettura è equilibrata, oltre che solida e ben piantata in strada.

Pregi della VW Eco Up!
silenziosità, abitabilità, costi di gestione

Difetti della VW Eco Up!
Vetri posteriori a compasso (non abbassabili), volante non regolabile in profondità

SCHEDA TECNICA
Motore: Euro5
Alimentazione: metano
Cilindrata: 999 cc
Trazione: anteriore
Potenza: 68 cavalli
Coppia massima: 90 Nm
Velocità: 168 ml/h
Consumi (ciclo misto): 2,9 kg per 100 km
Dimensioni mt (lun/lar/alt): 3,54 / 1,645 / 1,489
Cambio: manuale a 5 marce
Capacità bagagliaio lt: 251 (max 951)
Prezzo: in Germania almeno 2.500-3.000 euro più della versione “standard”


Utilizzo dei Cookies Informatici

La presente informativa sui cookie fornisce una panoramica riassuntiva su come Caval Service utilizza i cookie sui propri siti internet.

Consenso all'utilizzo dei cookie

Navigando sul sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie così come descritto da questa informativa. In caso contrario il presente sito non fornità all'utente un corretto utilizzo dello stesso.

Che cookies utilizza Caval Service?

  • Tecnici Utilizziamo solamente cookies tecnici anonimi indispensabili per il corretto funzionamento del sito, per la gestione della sessione e per le funzionalità interne del nostro sistema.
  • Analitici Utilizziamo cookies di terze parti (Google), per analizzare il comportamenti dei visitatori a scopi statistici e in modo assolutamente anonimo. Questo ci aiuta a migliorare continuamente il sito offrendo agli utenti la migliore esperienza di navigazione possibile.
  • Marketing Utilizziamo cookies di terze parti anonimi (Google) per proporre banner pubblicitari in siti esterni per i visitatori del nostro sito.

Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di test che i siti internet visitati inviano al proprio terminale (computer, laptop, smartphone, tablet), dove vengono memorizzati. I cookie vengono salvati nella directory del browser. Ad ogni visita successiva del sito in questione, il browser invia nuovamente i cookie al sito stesso, in modo che quest'ultimo riconosca il terminale, migliorando così l'esperienza di utilizzo dell'utente ad ogni successiva visita del sito.

Per approfondire vi invitiamo a leggere la pagina wikipedia di riferimento: Cookie (Wikipedia)

Alte informazioni posso essere trovate ai siti www.allaboutcookies.org e www.youronlinechoices.eu

Gestione dei cookies

I cookies possono essere eliminati o modificati direttamente dal browser dell'utente. Il visitatore ha il pieno controllo dei cookies e sul loro utilizzo. Ricordiamo che disabilitando i cookies non sarà possibile accedere alla corretta visualizzazione e utilizzo del sito.

Rimandiamo alle guide dei browser più usati per conoscere le varie modalità di gestione dei cookies:

Il Team Caval Service